[ Perché Blender ]

Spesso ci chiedono perché scegliere Blender piuttosto che altri software. Ci sono tantissimi motivi per farlo. il primo è:

“Blender è l’unico software che permette di seguire la PIPELINE lavorativa di un progetto senza uscire dal software stesso” [CIT. Davide Scarpiello]

 [TRATTO DA BLENDER.IT]
Bozze, modellazione, rendering, sculpting, animazione, montaggio video, compositig, realtime, VR avviene tutto all’interno di Blender, e questo potenziale non te lo offre nessun altro programma 3D.

Funzionalità di Blender

Blender richiede poco spazio per essere installato e può essere eseguito su molte piattaforme. Sebbene sia spesso distribuito senza documentazione o esempi il software è ricco di caratteristiche tipiche di sistemi avanzati di modellazione. Tra le sue potenzialità, possiamo ricordare:

  • Supporto per una grande varietà di primitive geometriche, incluse le mesh poligonali, le curve di Bézier, le NURBS, le metaball e i font vettoriali.
  • Conversione da e verso numerosi formati per applicazione 3D, come Wings 3D, 3D Studio Max, LightWave 3D e altri.
  • Strumenti per gestire le animazioni, come la cinematica inversa, le armature (scheletri) e la deformazione lattice, la gestione dei keyframe, le animazioni non lineari, i vincoli, il calcolo pesato dei vertici e la capacità delle mesh di gestione delle particelle.
  • Gestione dell’editing video non lineare.
  • Caratteristiche interattive attraverso il Blender Game Engine, come la collisione degli ostacoli, il motore dinamico e la programmazione della logica, permettendo la creazione di programmi stand-alone o applicazioni real time come la visione di elementi architettonici o la creazione di videogiochi.
  • Motore di rendering unbiased Cycles disponibile internamente a partire da Blender 2.61
  • Sistema Sculpt per modellare gli oggetti 3d
  • Scripting in python per automatizzare e/o controllare numerosi aspetti del programma e della scena

Interfaccia Utente 

Blender ha fama di essere un programma difficile da imparare. Quasi tutte le funzioni possono essere richiamate con scorciatoie e per questo motivo quasi tutti i tasti sono collegati a numerose funzioni. Da quando è stato pubblicato come opensource, la GUI è stata notevolmente modificata, introducendo la possibilità di modificare il colore, l’uso di widget trasparenti, una nuova e potenziata visualizzazione e gestione dell’albero degli oggetti e altre piccole migliorie (scelta diretta dei colori, …)

L’interfaccia di Blender si basa sui seguenti princìpi:

  • Modalità di modifica (edit): le due modalità principali sono la Modalità oggetto (object mode) e la Modalità modifica (edit mode), ed è possibile passare dall’una all’altra per mezzo del tasto tab. La modalità oggetto può essere usata per manipolare oggetti singoli, mentre la modalità modifica è usata per modificare i dati di un oggetto. Per esempio, in una mesh poligonale, la modalità oggetto può essere usata per muovere, scalare e ruotare l’intera mesh, mentre la modalità modifica è usata per modificare i vertici individuali della mesh. Ci sono anche altre modalità, come la Pittura Vertici, la Modalità Scultura o la Pittura Pesi.
  • Scorciatoie da tastiera: la maggior parte dei comandi è impartibile attraverso la tastiera. Fino alla versione 2.x e specialmente nella versione 2.3x, questo era il solo modo per impartire comandi, e questo è stato il principale motivo che ha dato a Blender la reputazione di essere un programma difficile da imparare e capire. Le nuove versioni hanno menu molto più completi, che permettono di usare in larga misura il mouse per impartire i comandi.
  • Spazio di lavoro completamente ad oggetti: l’interfaccia di Blender è formata da una o più scene, ognuna delle quali può essere divisa in sezioni e sottosezioni che possono essere formate da una qualunque immagine o vista di Blender. Ogni elemento grafico delle viste di Blender può essere controllato nello stesso modo in cui si controlla la finestra 3D – si possono ad esempio ingrandire i pulsanti della barra dei menù nello stesso modo in cui si ingrandisce un’immagine nella finestra di anteprima. La disposizione delle componenti dell’interfaccia di Blender è modificabile dall’utente, che può così lavorare a compiti specifici su un’interfaccia personalizzata e nascondere le caratteristiche non necessarie.

A partire dello sviluppo delle versioni 2.5x, è stata introdotta una nuova interfaccia, oltre al cambiamento di alcune combinazioni di tasti, rendendo il tutto più intuitivo per chi è alle prime armi con il programma.

Per approfondire clicca qui

Rendering

Cycles è potente motore di rendering incorporato in Blender che permette splendide rese ultra-realistiche.

  • Anteprima in tempo reale;
  • Rendering in CPU e GPU;
  • PBR shader e illuminazione HDR;
  • Supporto per in VR rendering.
EEVEE il nuovo motore di rendering incorporato in Blender che sta rivoluzionando il mondo della grafica 3D!
  • Rendering in tempo reale direttamente nella viewport
  • Materiali PBR Shader e illuminazione HDR
  • Velocità e innovazione

 

Modellazione e sculpting

Blender possiede una gamma completa di strumenti di modellazione per la creazione, la trasformazione e la modifica deimodelli 3d.

  • Supporto Full N-Gon;
  • Edge slide, inset, grid and bridge fill, e tanto altro;
  • Uso dello Sculpt tramite pennelli avanzati;
  • Possibilità dell’uso della multirisoluzione e della suddivisione dinamica;
  • 3D painting con un set completo di pennelli e possibilità di uso delle texture;
  • Scripting in Python.

Per approfondire clicca qui

VFX

Blender comprende la produzione ready camera e object tracking.

  • Auto e Manual tracking;
  • Potente camera reconstruction;
  • Anteprima in tempo reale del vostro filmato.

Animazione & Rigging

Grazie agli strumenti di rigging e di animazione di alta qualità, Blender viene utilizzato per numerosi cortometraggi, pubblicità, serie TV e lungometraggi.

  • Envelope, skeleton e automatic skinning;
  • Interpolazioni B-spline dei bones;
  • Editor Curve e droga fogli;
  • Sincronizzazione audio.

Per approfondire clicca qui

Disegno in 2d e 3d

Veramente! Disegnare direttamente in una finestra 3D è impagabile. Si apre mille possibilità per il flusso di lavoro insuperabile per story-board e artisti 2D.

  • Unire 2D con il 3D in una finestra;
  • Il supporto di animazione completa con Onion skin;
  • Livelli e colori e tanto altro;

Come interfacciare Blender con gli altri programmi 3D

Il mondo del lavoro è ormai cambiato. Ormai il lavoro finito nel miglior tempo possibile e con la qualità migliore è il più ricercato. E’ per questo che spesso le società “lasciano” liberi i propri fornitori di poter utilizzare i software che preferiscono per lavorare al meglio il lavoro. E’ per questo che Blender è cresciuto molto negli ultimi anni a livello professionale.

La cosa difficile, in generale, è avere una Pipeline lavorativa già collaudata per poi inserire una novità. Spesso le società hanno già una loro Pipeline lavorativa ormai solida e, logicamente, inserire un nuovo software 3D vuol dire uno sforzo notevole. Fortunatamente questo non è impossibile, anzi, spesso è una soluzione ottimale a modernizzarsi, grazie anche ai formati 3D divenuti ormai standard FBX e OBJ.

Un po' di Blender...

La Community Blender

Vi sono tante community Blender pronte ad aiutare chi ne ha bisogno! Ecco qui sotto le 3 migliori:

BLENDER.ORG

La Community e il punto di riferimento a Livello Mondiale per quanto riguarda BLENDER!
VAI AL SITO

BLENDERGEEK

Una delle community più attive in Italia, con Corsi dal vivo, via WEB e sempre pronti a rispondere a tutti!
VAI AL PROFILO FACEBOOK

BLENDER.IT

La Community  Italiana più grande di sempre, corsi, tutorial e il forum più importante per imparare a BLENDER!
VAI AL SITO